martedì 10 gennaio 2012

Capodanno 2011


Anche quest'anno non abbiamo abbandonato i nostri camper per salutare il 2011 e dare il ben venuto al 2012. La meta prescelta è Sappada, in provincia di Belluno.
Giovedì 29 ore 18.00 si parte, prima tappa laghetto di verzegnis, si, potevamo arrivare subito a Sappada ma non volevamo rinunciare a una notte in riva al lago. La scelta, oltre che per il panorama , si è dimostrata azzeccata in quanto verso le 2.30 di notte siamo rimasti senza batteria e si è spento il riscaldamento. 8° piuttosto freddino. Dopo un breve giro per Tolmezzo ne corso del quale ho chiesto un po di informazioni sono arrivato presso “CARNIA CAMPER”, vendita accessori e noleggio, ma soprattutto il titolare................... estremamente competente che in meno di un ora ha risolto il problema e mi ha permesso di riprendere il viaggio. In circa un oretta raggiungiamo la nostra meta. Avevamo previsto di sostare nell'area attrezzata nei pressi degli impianti di risalita subito sotto il paese ma, come avremmo dovuto prevedere non c'era più posto, per fortuna il comune previdente ha dedicato un area dei parcheggi degli impianti ai camperisti, non ci sono servizi, ma e gratis!!! il che non guasta.



Aspettando la notte del 31 passiamo la giornata a scivolare sulla neve con i bambini, nevelandia offre un' ottima occasione di svago per i più piccoli e anche per noi grandi che non disdegniamo un giro sui gommoni e poi un giretto in paese per gli ultimi acquisti gastronomici che serviranno ad integrare il sontuoso cenone che ci aspetta.
Prima di accomodarci a tavola corriamo ai piedi della pista da sci per assistere alla tradizionale fiaccolata organizzata dalla scuola di sci locale ed a seguire il bellissimo spettacolo pirotecnico che ci fa chiudere in allegria l'anno.


Il cenone lo prepariamo nel camper di Walter e Diana, non manca niente, antipasti a base di prosciutto di cervo, moccetta di capriolo, crema di radicchio rosso e formaggi locali misti, come primo ravioli con un ottimo sugo di coda “rosta”, i secondi sono ancora più consistenti: cotechino con lenticchie e salsaicce affumicate con brovada. Aspettiamo la mezzanotte con lo spumante in fresco e Silvia, Simone e Manuele fremono per andare a fare i botti.
Benvenuto 2012!!!!
Sostiamo a Sappada ancora un giorno per poi spostarci, per una sosta slittino, sulla pista appositamente dedicata della Croda rossa a Sesto. Sempre a Sesto acquistiamo, alla gastronomia del ristorante “LANTERNA VERDE” la cena che consumeremo con calma una volta sistemati nell'area attrezzata PARKING CAMPER di S. Candido in località Prato alla Drava. L'area è sapientemente gestita da Laura e Francesca, due simpaticissime ragazze che oltre ad offrire servizi che nemmeno i migliori campeggi hanno, regalano a noi camperisti cortesia e professionalità.

Dopo un paio di giorni di permanenza a San Candido ci spostiamo a Riscone, subito sopra Brunico ai piedi degli impianti sciistici del Plan Decorones. Qua salutiamo i nostri amici e diamo il ben venuto a dei neo camperisti che ci raggiungono con il loro primo camper, acquistato pochi giorni prima. Dopo solo un giorno di permanenza a Riscone Monica si busca l'influenza, teniamo duro ma due giorni dopo si ammala anche la piccola Silvia e siamo costretti a salutare i nostri amici e ritornare a casa.

2 commenti:

  1. Devo dire che Sappada secondo me è una meta ideale per noi Triestini è poco distante e soprattutto devo amettere, che lo spettacolo pirotecnico merita un elogio, provare per credere. Sappada oltre allo spettacolo offre anche al turista graziosi negozietti dove curiosare dopo aver trascorso una giornata sulla neve.

    RispondiElimina
  2. Ciao,ti seguo e spero ricambierai...
    http://www.5minutiearrivo.com/

    RispondiElimina